Nel 1967 tra gli sport dell'ASD Polisportiva Olimpia nasce il pattinaggio artistico a rotelle grazie al Prof. Fineschi di Siena.
Per anni l’attività si è svolta presso la pista all’aperto attuale ubicazione della Piscina Coperta . Da allora non è mai cessata l’attività agonistica e per un periodo di tempo è stata affiancata da una squadra di hockey promossa in serie B.
In oltre 40 anni si sono succeduti molti allenatori alla guida di questa società anche se la storia dell’artistico è segnata da Gianfranco Minin allenatore di livello nazionale ed internazionale affiancato per anni da Elisabetta Bardi.
In tutti questi anni sono tanti i successi ottenuti dagli atleti di questa società sia a livello nazionale che internazionale.
La prima vittoria è stata quella di Katia Gennai campionessa italiana Uisp nel 1986. Nelle gare federali il primo successo è stato quello di Luca Bernardi, Campione italiano 1991 categoria esordienti, che ha aperto la strada ad altri campioni come Elisa Giunti, Silvia Cibecchini, Roberta Landi, Marco Rossi, Riccardo Meucci e Barbara Guazzini . Nel 1998 Roberta Landi vince il titolo Italiano categoria cadetti e partecipa al campionato Europeo piazzandosi al 6° posto; è questa la prima atleta della Polisportiva Olimpia convocata in campo internazionale.
Gli anni seguenti saranno costellati da innumerevoli vittorie come il terzo posto al campionato Mondiale conquistato da Francesca Cresci e Mirco Martini in Australia specialità coppia danza. Da qui inizia l’ascesa dell’atleta colligiana Elisa Giunti che negli anni ha primeggiato in campo nazionale ed internazionale con ben 7 titoli europei senza contare i numerosi podi in coppe internazionali.
Ad ora Elisa è l’unica atleta della Polisportiva Olimpia ad aver raggiunto un quarto posto al Campionato del Mondo nella specialità Singolo.
Il pattinaggio a Colle non vince solo nelle specialità individuali e di coppia ma nel 2002 infatti il quartetto composto da Samanta Docci, Silvia Galardi, Barbara Guazzini e Paola Mugnaini sale nel gradino più alto al Campionato Italiano Uisp e insieme a Francesca Cresci e Marco Rossi nelle specialità grandi gruppi conquisteranno un secondo e un terzo posto al Campionato Europeo.
In seguito nascerà anche il piccolo gruppo le Dee dell’Olimpia che vinceranno titoli regionali. Le atlete della Polisportiva Olimpia hanno continuato a portare grandi soddisfazioni.
I campionati Italiani Fihp hanno avuto come protagoniste Cristina Berti, Irene Bernardi, Simona Staderi, Margherita Borghini, Alice Cambi e Francesca Staderi.
Per alcune di loro poi si sono aperte le porte della Nazionale Italiana che le ha viste impegnate sia a livello nazionale che internazionale.
Fra queste Cristina Berti che dopo un secondo posto in coppa Germania ha sfiorato il titolo Europeo con una vittoria agli Italiana.
In campo internazionale ottimi risultati di Alice Cambi e Simona Staderi che dopo aver consolidato il loro valore in campo Italiano hanno dimostrato la loro capacità in terra straniera.
Dal vivaio della società crescono giovani speranze come Alessia Mancini, Ilaria Querci, Vittoria Berti che speriamo possano seguire le orme delle loro compagne.

Nel 1967 tra gli sport dell'ASD Polisportiva Olimpia nasce il pattinaggio artistico a rotelle grazie al Prof. Fineschi di Siena.
Per anni l’attività si è svolta presso la pista all’aperto attuale ubicazione della Piscina Coperta . Da allora non è mai cessata l’attività agonistica e per un periodo di tempo è stata affiancata da una squadra di hockey promossa in serie B.
In oltre 40 anni si sono succeduti molti allenatori alla guida di questa società anche se la storia dell’artistico è segnata da Gianfranco Minin allenatore di livello nazionale ed internazionale affiancato per anni da Elisabetta Bardi.
In tutti questi anni sono tanti i successi ottenuti dagli atleti di questa società sia a livello nazionale che internazionale.
La prima vittoria è stata quella di Katia Gennai campionessa italiana Uisp nel 1986. Nelle gare federali il primo successo è stato quello di Luca Bernardi, Campione italiano 1991 categoria esordienti, che ha aperto la strada ad altri campioni come Elisa Giunti, Silvia Cibecchini, Roberta Landi, Marco Rossi, Riccardo Meucci e Barbara Guazzini . Nel 1998 Roberta Landi vince il titolo Italiano categoria cadetti e partecipa al campionato Europeo piazzandosi al 6° posto; è questa la prima atleta della Polisportiva Olimpia convocata in campo internazionale.
Gli anni seguenti saranno costellati da innumerevoli vittorie come il terzo posto al campionato Mondiale conquistato da Francesca Cresci e Mirco Martini in Australia specialità coppia danza. Da qui inizia l’ascesa dell’atleta colligiana Elisa Giunti che negli anni ha primeggiato in campo nazionale ed internazionale con ben 7 titoli europei senza contare i numerosi podi in coppe internazionali.
Ad ora Elisa è l’unica atleta della Polisportiva Olimpia ad aver raggiunto un quarto posto al Campionato del Mondo nella specialità Singolo.
Il pattinaggio a Colle non vince solo nelle specialità individuali e di coppia ma nel 2002 infatti il quartetto composto da Samanta Docci, Silvia Galardi, Barbara Guazzini e Paola Mugnaini sale nel gradino più alto al Campionato Italiano Uisp e insieme a Francesca Cresci e Marco Rossi nelle specialità grandi gruppi conquisteranno un secondo e un terzo posto al Campionato Europeo.
In seguito nascerà anche il piccolo gruppo le Dee dell’Olimpia che vinceranno titoli regionali. Le atlete della Polisportiva Olimpia hanno continuato a portare grandi soddisfazioni.
I campionati Italiani Fihp hanno avuto come protagoniste Cristina Berti, Irene Bernardi, Simona Staderi, Margherita Borghini, Alice Cambi e Francesca Staderi.
Per alcune di loro poi si sono aperte le porte della Nazionale Italiana che le ha viste impegnate sia a livello nazionale che internazionale.
Fra queste Cristina Berti che dopo un secondo posto in coppa Germania ha sfiorato il titolo Europeo con una vittoria agli Italiana.
In campo internazionale ottimi risultati di Alice Cambi e Simona Staderi che dopo aver consolidato il loro valore in campo Italiano hanno dimostrato la loro capacità in terra straniera.
Dal vivaio della società crescono giovani speranze come Alessia Mancini, Ilaria Querci, Vittoria Berti che speriamo possano seguire le orme delle loro compagne.